Meeting OPEC di Algeri: perdita di tempo?

43

di Maddalena Ingrao ALGERIA – Algeri 24/09/2016 Nonostante l’ottimismo sulla prossima riunione dei produttori petroliferi ad Algeri, fonti provenienti da diversi stati chiave dell’Opec, non potranno essere parte di nessuna azione coordinata sulla produzione. La notizia è data da Trend che cita come fonte  l’International Oil Daily. La riunione informale dell’Opec di Algeri è prevista a fine settembre; si prevede che si terranno controlli sul congelamento della produzione di petrolio tra paesi Opec e non Opec. L’incontro si terrà presso a margine del Forum internazionale per l’energia del 26-28 settembre. Il ministro dell’Energia algerino Noureddine Bouterfa ha detto che l’Opec può trasformare la riunione informale in programma ad Algeri in una sessione formale per cercare di riequilibrare i mercati e stabilizzare i prezzi assieme ai paesi non membri il mercato tagliando la produzione. Allo stesso tempo, la posizione dell’Iran per quanto riguarda il congelamento della produzione di petrolio rimane invariata, il paese, infatti, avrebbe bisogno di raggiungere i livelli pre-sanzioni di circa 4 milioni di barili al giorno prima di discutere qualsiasi accordo potenziale. Inoltre, i paesi Opec non sono stati ad oggi neanche in grado di accordarsi da quale mese potrebbe iniziare il congelamento, riporta Iod. Il quartetto Arabia Saudita, Iran, Qatar e Algeria hanno tenuto una riunione tecnica a Vienna il 22 settembre, come meeting di preparazione per Algeri, con l’intenzione di giungere ad una visione comune, ma riporta Trend nulla si è fatto per mancanza di elementi comuni.