Elezioni in Mauritania

61

MAURITANIA -Nouakchott. 23/11/13. Prime elezioni parlamentari per la Mauritania. Oggi alle urne sono state chiamati un milione di elettori per dare il voto a 147 deputati su 400 candidati, e per dare vita a nuove amministrazioni comunali.

Sono 218 collegi elettorali. Da tre giorni è iniziato il silenzio elettorale ed è proibito di fare qualsiasi campagna pubblicitaria attraverso gli altoparlanti, bandiere, giornali e TV. Queste elezioni sono una vera novità per la Mauritania. L’attuale presidente della Mauritania, Mohamed Ould Abdel Aziz, fino ad ora ha gestito il paese senza mandato del popolo. Settantuno i partiti presenti alle elezioni che verranno ridotti notevolmente dopo le lezioni come prevede la carta costituzionale. Tra i partiti più importanti che partecipano al governo mauritano l'”Unione per la Repubblica”, unico partito che ha presentato candidati in tutte le circoscrizioni. Tuttavia, il partito “movimento giovanile”, guidato dal Ministro della Cultura della Mauritania compete con i lealisti del partito di governo. Gli osservatori si aspettano a Nouakchott che questo partito fondato sul movimento giovanile di protesta possa avere un grande seguito. E sarà in competizione con il partito al governo, nonché una serie di altri partiti, forze pro-governative, in particolare il partito di Al-Karama, che rappresenta la corrente baathista in Mauritania e l’Unione al governo per i Balcani e il progresso sotto la guida dell’ex Segretario di Stato che ha governato la Mauritania per due mandati durante la presidenza di Ould Taya.