Nouakchott manda un contingente in Repubblica Centroafricana

50

MAURITANIA – Nouakchott. 10/12/14. Il 9 dicembre scorso il governo della Mauritania ha firmato un accordo di collaborazione con la società Sovereign Global France per la preparazione del proprio contingente da inviare in Repubblica Centrafricana nella primavera del 2015.

Così, dopo il Gabon e la Repubblica del Congo, anche il governo di Nouakchott ha deciso di far formare il proprio contingente dalla società anglo francese specializzata nella preparazione dei contingenti per le operazioni di ristabilimento e mantenimento della pace sotto l’egida dell’ONU.

In effetti, la Mauritania ha deciso di affidare alla SGF l’addestramento di un battaglione di fanteria (750 uomini) e di una Unità di Polizia Costituita – UPC (140 uomini) che nella primavera del 2015 entreranno a far parte integrante della MINUSCA.

Non si tratta della prima collaborazione tra Repubblica della Mauritania e la società di sicurezza. In effetti, la SGF si occupa già dal 2013 di formare la Guardia Nazionale mauritana fornendogli anche l’equipaggiamento e la capacità di mantenimento operativo di una UPC dispiegata presso la Missione delle Nazioni Unite in Costa d’Avorio – ONUCI.

Secondo uno dei responsabili di SGF, Peer de Jong, circa una trentina di formatori di SGF saranno impiegati in Mauritania per un programma sviluppato su tre punti : consulenza e assistenza alle autorità mauritane per le loro relazioni con l’ONU per la preparazione, la realizzazione e il monitoraggio del dispiegamento delle forze mauritane; preparazione tecnico operativa delle forze mauritane in vista della loro proiezione; consulenza e assistenza per le ispezioni dell’ONU in Repubblica Centrafricana e per il mantenimento dell’equipaggiamento sul teatro operativo.

Le forze mauritane andranno a rafforzare la presenza onusiana della Missione delle Nazioni Unite di Stabilizzazione in Centro Africa. La missione sotto mandato ONU è stata creata il 10 aprile 2014 a seguito degli scontri che duravano da mesi nel Paese successivamente alla destituzione dell’ex Presidente Boizizé. La MINUSCA ha rimpiazzato la Missione di Peacebuilding nel Paese (BINUSCA) e, nel settembre 2014, ha assorbito anche la Missione di supporto dell’Unione Africana (MISCA).