Marocco: ad oggi 120 casi di terrorismo

73

MAROCCO – Rabat 05/11/2014. Il ministro della Giustizia marocchino ha detto che sono stati registrati 120 casi legati alla lotta al terrorismo, durante i primi otto mesi del 2014.

Mustafa Ramid ha fatto l’annuncio durante una audizione di una Commissione parlamentare per discutere il bilancio del suo ministero per l’anno 2015 che «nel periodo compreso tra il primo gennaio scorso, e il primo settembre scorso ha seguito 192 procedimenti con imputati di terrorismo».
Secondo l’analisi del ministero della Giustizia relativa al 2014 e la previsione dei lavori del 2015, illustrata nel corso dell’incontro, sono state sequestrate oltre 287 tonnellate di cannabis, mentre la quantità totale di Shera è stata di oltre 182 tonnellate. In tutti i tribunali del regno marocchino sono stati dibattuti circa 354mila casi legati alla droga, in cui sono state arrestate oltre 20mila persone.
Secondo la stessa analisi è stato registrato un aumento del numero di denunce di violenza contro i bambini e le donne: 170 casi di violenza su minori e 175 casi di violenza sulle donne.
L’incremento delle denunce per il ministero della Giustizia è dovuto alla crescente consapevolezza tra i cittadini, all’esistenza di meccanismi atti a garantire che questi gruppi sociali presso i tribunali di tutto il Marocco a all’attività di monitoraggio della Direzione degli Affari penali e della grazia.