Mohammed VI incontra Sarkozy

61

MAROCCO – Rabat 23/06/2015. Nicolas Sarkozy, presidente del partito francese Ump, ha incontrato il re del Marocco, Mohammed VI il 22 giugno nella capitale del regno marocchino.

Il sovrano marocchino ha accolto l’ex presidente Sarkozy e una delegazione del partito e di rappresentanti delle istituzioni francesi (Christian Cambon, senatore della Val de Marne, presidente del gruppo di amicizia Francia-Marocco al Senato, Rachida Dati, eurodeputato, Luc Chatel, deputato del Haute Marne, presidente del gruppo di amicizia Francia-Marocco all’Assemblea nazionale, Pierre Lellouche, deputato di Parigi, Olivier Marleix, deputato di Eure-et-Loire, Pierre Regent, consigliere diplomatico e Véronique Wache, consigliere per la stampa e comunicazione).
Secondo il sito web le360, Sarkozy ha elogiato la stabilità del Marocco; intervenendo in una riunione di partito l’ex inquilino dell’Eliseo ha detto che il Marocco è riuscito a mantenere la sua stabilità nei cambiamenti scatenati dalla Primavera araba e ha evitato i problemi che hanno afflitto i paesi vicini. Secondo il presiedette Ump: «il percorso tracciato dal re Mohammed VI (…) ha portato all’adozione di una nuova costituzione che ha portato con sé molte riforme»; Sarkozy ha poi aggiunto che il regno ha intrapreso un cammino verso la modernità mantenendo nel contempo la sua identità. Per quel che riguarda il problema immigrazione, l’ex inquilino dell’Eliseo ha detto che tutti i paesi europei così come i paesi del Mediterraneo meridionale, esattamente come il Marocco, devono lavorare insieme per contenere il massiccio afflusso di immigrati sulle coste meridionali dell’Europa, puntando a un trattamento umano degli immigrati.