MAROCCO. Madrid e Rabat insieme contro l’immigrazione irregolare 

56

Il governo marocchino ha annunciato che il Marocco ha sventato 57.000 tentativi di migrazione irregolare nel 2019, smantellando 100 reti di immigrazione irregolare.

È stata anche sottolineata l’importanza di una responsabilità condivisa per affrontare le preoccupazioni comuni sulla migrazione irregolare. 

Sono state rilanciate, riporta Morocco World News, le preoccupazioni espresse dal direttore della migrazione e della sorveglianza delle frontiere presso il ministero degli Interni del Marocco Khalid Zerouali, che ha anche chiesto di condividere la responsabilità per la sicurezza delle frontiere. In un’intervista con El Diario, Zerouali aveva detto all’inizio di agosto che «la sicurezza delle frontiere è responsabilità di tutti i paesi, tutti i paesi devono contribuire a rendere la lotta contro la criminalità transfrontaliera una lotta efficace».

Zerouali aveva anche detto che la collaborazione marocchino-spagnola in materia di migrazione è esemplare e un «modello di cooperazione tra il sud e il nord (…) Lavoriamo con pattuglie marittime, aeree e terrestri miste tra la Gendarmeria Reale e la Guardia Civil, e cooperiamo nello scambio di informazioni per combattere contro le reti criminali». Ha aggiunto che «lavorare insieme crea fiducia» tra i paesi.

Il 23 agosto, il governo spagnolo ha approvato una sovvenzione di 32 milioni di euro per sostenere gli sforzi del Marocco per frenare l’immigrazione irregolare. La sovvenzione mira a «sostenere gli sforzi compiuti dalle autorità marocchine per combattere l’immigrazione irregolare, il traffico di migranti e la tratta di esseri umani».

L’agenzia Maghreb Arab Press, Map riporta che la Spagna ritiene che la condivisione delle responsabilità sia necessaria per combattere il flusso migratorio irregolare. L’aiuto si aggiunge ad un’altra sovvenzione di 26 milioni di euro approvata dal governo spagnolo il 5 luglio. L’attivismo spagnolo a favore del governo marocchino presso l’Unione Europea ha portato anche all’approvazione di una sovvenzione di 140 milioni di euro.

Spagna e Marocco hanno dovuto affrontare una crescente pressione a causa della crisi dei confini. L’ondata migratoria ha anche fatto sì che la Spagna fornisse al Marocco attrezzature come radar, veicoli e 15 droni per aiutare a migliorare il controllo della migrazione, riportava Malaga Hoy il 12 agosto.

Tommaso dal Passo