Rabat approva la legge finanziaria

61

MAROCCO – Rabat 27/12/2193. La Camera dei Rappresentanti ha approvato, il 25 dicembre in sessione plenaria, la seconda lettura del progetto della legge finanziaria per il 2014.

Il progetto di legge è stato approvato con una maggioranza di 186 voti, contrari 59. In precedenza, il progetto di legge era stato bocciato dalla Camera alta del paese  a maggioranza fatto che ha comportato la seconda lettura. Il Ministro dell’Economia e delle Finanze Mohamed Boussaid ha detto, al termine della votazione, che era necessario tener conto della particolare congiuntura politica, economica e finanziaria durante la quale il disegno di legge è stato elaborato, aggiungendo che sono state introdotte nuove e importanti modifiche durante i dibattiti in entrambe le Camere del Parlamento, che probabilmente contribuiranno a preservare la stabilità finanziaria, promuovere l’apertura di nuovi orizzonti per l’economia nazionale e per il consolidamento delle istituzioni. Tali modifiche, descritte dal ministro come «molto importanti», tendono a rafforzare le imprese e aumentare le risorse del Fondo di coesione sociale. La principale modifica che ha scatenato accesi dibattiti e preoccupazioni è stata il condono sui beni e immobili detenuti illegalmente all’estero, ha aggiunto il ministro.

I gruppi di opposizione ritengono che lo stanziamento previsto dal disegno di legge per il 2014 non risponda, nonostante le modifiche, alle esigenze sociali ed economiche dettate dall’attuale congiuntura economica.