Marocco. Preso un drone spagnolo

143

MAROCCO – Tangeri 24/10/2013. Funzionari marocchini della dogana del porto di Tanger – Med (40 km a est di Tangeri ), hanno arrestato un cittadino spagnolo dopo aver trovato un drone smontato all’interno del suo veicolo. Il drone sarebbe servito per operazioni di spionaggio in Marocco.

L’Uav di un metro e mezzo è stato trovato smontato all’interno del bagagliaio del veicolo, riporta il quotidiano Akhbar Alyoum il 24 ottobre. Secondo i funzionari portuali, il drone è equipaggiato con le più moderne tecnologie fotografiche, con videocamere ad alta definizione e computer utilizzati per immagazzinare informazioni. I doganieri hanno inoltre sequestrato dispositivi di rilevamento di segnale e monitor tv, che si crede siano utilizzati per seguire il drone. Il sospetto arrestato assieme ad un cittadino italiano, è indagato dalla polizia giudiziaria per determinare lo scopo della presenza drone da sorveglianza nel territorio nazionale del Marocco. Lo spagnolo ha detto che il drone era usato per filmare una gara di rally svoltasi nella regione di Errachidida nel sud-est del Marocco. I due sospetti sono stati trasferiti dalla polizia giudiziaria, nella città di Tangeri per ampliare l’indagine ed esaminare le foto scattate dal drone per vedere se siano state scattate per gli obiettivi dichiarati dai due e non per spiare obiettivi sensibili del paese.