MAR CINESE MERIDIONALE. Portaerei USA alle manovre filippine 

62

Gli Stati Uniti hanno inviato per la prima volta una nave d’assalto portaerei per unirsi alle esercitazioni vicino al contestato Scarborough Shoal, inviando un messaggio puntuale alla Cina, mentre le tensioni si placano sulle rivendicazioni territoriali della regione. La Uss Wasp, una nave d’assalto anfibia equipaggiata l’anno scorso con F-35B, si è unita all’annuale manovra navale Balikatan con le Filippine. Inoltre, una nave che corrisponde alla Uss Wasp è stata avvistata in acque «vicino allo Scarborough Shoal», zona occupata dalla Cina da sette anni fa, riporta Abs-Cbn.

La Wasp non è passata entro 25 miglia nautiche dallo Scarborough Shoal, secondo la Difesa statunitense, per cui la Wasp non stava conducendo una manovra “libertà di navigazione”, pratica criticata dalla Cina che gli Stati Uniti utilizzano per far valere i diritti internazionali di navigazione entro le 12 miglia nautiche dall’area controversa. Il ministero degli Esteri cinese ha detto di sperare che «le forze non regionali non suscitino problemi nel Mar Cinese Meridionale».

Le manovre avvengono quando Manila ha intensificato le proteste per la presenza di più di 200 navi cinesi vicino alla Scarborough Shoal nel Mar Cinese Meridionale, mentre Manila ha occupato Thitu. Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha chiesto alla Cina di diminuire la presenza, oppure avrebbe ordinato un’azione militare. Gli Stati Uniti hanno cercato di consolidare la loro alleanza con la nazione del sud-est asiatico, fin da quando Duterte è stato eletto nel 2016 e aveva annunciato la sua “separazione” da Washington a favore di Pechino. A marzo, il segretario di Stato americano Michael Pompeo aveva assicurato il governo di Manila che il trattato di aiuto si sarebbe applicato alle navi o agli aerei filippini attaccati in acque contestate. Il ministro degli Affari esteri filippino Teodoro Locsin aveva ribadito all’inizio di questa settimana che gli Stati Uniti rimanevano l’unico alleato militare del paese. Più di 7.000 soldati dalle Filippine e dagli Stati Uniti stanno partecipando all’Esercizio Balikatan, secondo il generale Benjamin Madrigal Jr, riporta Bloomberg.

L’ufficio informazioni combinato per le esercitazioni militari congiunte ha reso noto che la Was «si è addestrata con le navi della Marina filippina nella baia di Subic e nelle acque internazionali del Mar Cinese Meridionale come parte dell’esercitazione Balikatan per diversi giorni». Le manovre sono state incentrate «su sicurezza marittima e possibilità  anfibie, così come l’interoperabilità  multinazionale con scambi militari (…) Insieme rappresentano un aumento della capacità militare impegnata in un Indo-Pacifico libero e aperto (…) Partecipare al Balikatan dimostra la loro capacità di dispiegamento a sostegno di un alleato in caso di crisi o calamità naturali» recita il comunicato militare. L’esercitazione congiunta di quest’anno è stata la prima a incorporare l’uso Wasp  e i suoi F-35B Lighting II dello U.S. Marines Corps.

Antonio Albanese