Almaty: manifestanti in carcere

45

KAZAKHSTAN – Almaty. 19/02/14. Preoccupa in Kazakhstan la svalutazione del tenge, al moneta locale. Manifestanti sono scesi in piazza contro la scelta del governo. Dieci di loro sono finiti in carcere per manifestazione non autorizzata.  Sono insorte le organizzazioni per i diritti umani.

 

In un comunicato, l’Ufficio di presidenza del Kazakhstan per i diritti umani afferma che «l’uso della violenza contro i pacifici cittadini che desiderano esprimere pubblicamente il loro disaccordo con le azioni delle autorità, dimostra la riluttanza delle autorità per la sostenibilità cambiare il suo atteggiamento verso i diritti umani in Kazakhstan».