A processo i manifestanti di Harare

10

ZIMBABWE – Harare 31/08/2016 Una corte dello Zimbabwe ha accusato 68 persone di violenza pubblica durante gli scontri tra manifestanti e polizia la scorsa settimana.

La polizia, riprota Defence Web, ha usato gas lacrimogeni e cannoni ad acqua contro l’opposizione che manifestava ad Harare. I 68, tra i quali c’è un fotografo freelance, faranno la prima apparizione in tribunale il 3 settembre; sono accusati di aver dato alle fiamme proprietà private, aver attaccato agenti di polizia e saccheggiato negozi. Tutti rischiano pene che vanno da una multa fino a 10 anni di carcere. Negli scontri, la polizia ha arrestato tre persone che sventolano striscioni contro il presidente Robert Mugabe, che lo accusavano della grave crisi del paese.