Rosneft compra Manas

52


KIRGHIZISTAN – Bishkek 18/12/2013. La gestione dell’aeroporto civile di Manas, potrebbe essere data alla società Novaport, collegata a Rosneft.

Manas attualmente gestisce lo smistamento del traffico militare degli Stati Uniti da e verso l’Afghanistan.
Secondo il Kommersant, l’aeroporto di Manas, vicinissimo alla capitale kirghiza, servirà fino a luglio 2014 come base per gli aerei cisterna Statunitensi utilizzati per rifornire di carburante i caccia che pattugliano i cieli dell’Afghanistan. Il parlamento del Kirghizistan ha votato all’inizio del 2013 per il non prolungamento del contratto di locazione aeroportuale che quindi non può essere esteso oltre il 2014; si tratta di una decisione che priverà il governo, già a corto di liquidi, di diverse decine di milioni di dollari di fatturato e potrebbe privare l’aeroporto del sostegno finanziario finalizzato alla manutenzione di base.
I funzionari del Kirghizistan hanno espresso la speranza che Manas possa diventare una via commercialmente valida attraverso la conversione della struttura in un hub civile verso destinazioni asiatiche. La Russia ha proposto al Kirghizistan che Manas sia posto sotto la gestione fiduciaria della società di investimento Novaport, che è controllata al 50 per cento da Roman Trotsenko, consigliere della società petrolifera statale Rosneft. Il Kommersant riporta che Novaport sta elaborando un piano aziendale per Manas compressivo di investimenti fino a 300 milioni di dollari. Rosneft, che ha già esplorato l’acquisto dell’aeroporto moscovita di Domodedovo per circa 4 miliardi di dollari attraverso Novaport, aveva già manifestato il suo interesse a sviluppare un hub civile in Kirghizistan nel mese di aprile 2013.