Falkland-Malvinas, l’Argentina rifiuta incontro con gli isolani

69

REGNO UNITO – Londra. Non sono andati bene i colloqui a tre per decidere sulla sovranità delle isole Falkland o Malvinas a seconda del punto di vista. Gli inglesi sostengono che gli argentini erano stati avvisati del fatto che al tavolo delle trattative erano stati invitati anche gli isolani, mentre gli argentini si sono rifiutati di parlare con i rappresentanti delle Falkland. Nel frattempo alle Falkland-Malvinas tutto è pronto per il referendum di marzo per decidere sulla sovranità. Le proiezioni indicano una netta vittoria per mantenere la sovranità inglese.

Hector Timerman arrivato a Londra da Buenos Aires si è rifiutato di parlare coni rappresentanti del governo delle Isole Falkland, in quanto governo non riconosciuto dall’Argentina. L’obiettivo degli isolani era dire all’onorevole Timerman che Buenos Aires deve rispettare i diritti degli isolani e di lasciarli in pace. L’atmosfera si è subito riscaldata in quanto il rappresentante dell’Argentina ha accusato Londra di non essere in grado doi condurre le trattative senza la supervisione degli isolani. 

Timerman avrebbe detto che il signor Hague «non è in grado di soddisfare senza la supervisione dei coloni dalla Malvinas».

Le Nazioni Unite hanno liquidato la questione come prettamente angloargentina. Mentre il

Presidente argentino, Cristina Fernandez de Kirchner, negli ultimi anni dichiarato che le Falkland devo essere di sovranità argentina.

All’inizio di gennaio lo stesso presidente Cristina Fernandez de Kirchner, aveva pubblicato un annuncio sui giornali inglesi affermando che l’Argentina era stata spogliata delle isole in «un esercizio palese di colonialismo nel del 19 ° secolo».

David Cameron ha più volte ribadito che saranno i residenti della Falkland a dover decidere del proprio futuro.

In una dichiarazione rilasciata prima che il sig Timerman rifiutasse di incontrare la delegazione delle Falkland-Malvinas, l’Assemblea Legislativa delle Isole Falkland aveva sottolineato che i loro rappresentanti, Dick Sawle e Cheek gen, non dovevano «negoziare alcun accordo».

 

«I membri dell’Assemblea legislativa hanno chiarito in una lettera scritta nel 2012 al presidente Fernandez de Kirchner … che il governo delle Isole Falkland è disposto a incontrare il governo argentino, al fine di rendere le chiare le nostre opinioni, e per discutere questioni di comune interesse tra cui la pesca e la comunicazione». Senza fare cenno a un cambio di sovranità.

 

Un portavoce del Foreign Office londinese ha detto: «Siamo consapevoli del fatto che il Ministro degli Esteri argentino Hector Timerman la prossima settimana sarà nel Regno Unito», il ministro è stato ufficialmente invitato a recarsi presso il Foreign Office per incontrare il ministro degli Esteri e rappresentanti del governo del Regno Unito e il governo delle Isole Falkland .