Chi ha fatto strage al Radisson?

6

MALI – Bamako 23/11/2015. Dopo essere stato rivendicato da al-Maraboutine, guidati da Mocktar Belmocktar, l’attacco al Radisson Hotel di Bamako, che ha ucciso 19 persone, è stato rivendicato da altri gruppi: Ansar Dine e Macina.

Allora chi sono i veri responsabili degli attentati al Radisson? La questione è aperta, dal momento che l’attacco è stato inizialmente rivendicato da al-Mourabitoune con una registrazione audio in arabo messa in onda dal canale televisione Al Jazeera il 22 novembre, e ripresa dal sito mauritano al-Akhbar.
Ora è il turno dei gruppi terroristici Ansar Dine e il Fronte di Liberazione Macina, riporta Afrik.com. I due gruppi avrebbero operato insieme per condurre l’attacco, e avrebbero affermato che, oltre ai due attaccanti uccisi, altri tre erano stati in grado di fuggire durante l’assalto delle forze speciali del Mali, assieme a quelle francesi. «Il Fronte di Liberazione Macina rivendica l’attacco che aveva come obiettivo il Radisson a Bamako, in collaborazione con Ansar Dine», secondo il comunicato inviato a Bamako, firmato Hamma Ali, portavoce del Macina. Secondo il portavoce: «Questo attacco è stato una reazione contro gli attacchi delle forze francesi nell’operazione Barkhane».
Ansar Dine è stato fondato da Yad ag Ghaly, ancora ricercato dalle autorità del Mali; del Fronte di Liberazione Macina si sa molto poco. Il gruppo terroristico intende ristabilire il califfato di Macina, parte dell’impero Fulani del XIX secolo. È considerato molto vicino al tuareg Yad Ag Ghali, con il quale avrebbe contribuito alla realizzazione della setta Dawal, legata al Pakistan, nel Mali.