Mali, domenica al voto per il secondo turno

51

MALI- Bamako. 13/12/13. I maliani torneranno alle urne Domenica per eleggere 125 membri del parlamento. Si tratta del secondo turno delle legislative.

Circa 6,5 milioni di persone si recheranno alle urne per scegliere tra i candidati su 25 liste di candidati dei partiti politici, gruppi e partiti indipendenti. Mentre sono 45 i collegi elettorali rispetto alle 115 liste del primo turno del 24 novembre. Durante il primo turno, 22 candidati per 147 seggi avevano ottenuto la maggioranza assoluta e sono stati dichiarati eletti dalla Corte Costituzionale che ha dichiarato Sabato scorso i risultati finali del primo turno con un tasso di partecipazione pari al 38 6 % contro oltre il 50 % al primo turno delle elezioni presidenziali di agosto. Restano ora da votare 125 membri. Tra gli eletti al primo turno sono l’ex ministro delle Finanze, candidato senza successo alla presidenza ad agosto, Soumaila Cissé , eletto nella circoscrizione di Niafunké (regione di Timbuktu), il sindacalista Aichata Alassane Cisse (candidato alle elezioni presidenziali) eletto Bourem (regione di Gao) sotto la bandiera dell’Unione africana del Mali Rally democratica (UMRDA) e il capo della tribù di Oullimenden, Bajan Ag Hamatou eletto in una lista autonoma Menaka (regione di Gao). Mentre nella regione di Kidal (estremo nord), due ex ribelli Amada Ag Bibi ( Abeibara ) e Mohamed Ag Intalla ( Tin – Sako ) sono stati eletti a nome del partito presidenziale, il Rally di Mali ( RPM). Al momento Il partito di governo ha ottenuto 6 rappresentanti eletti al primo turno, seguito dall’Unione per la Repubblica e la Democrazia (URD) di Soumaila Cissé. A Bamako, la capitale del paese, il tasso di partecipazione al primo turno è di circa il 20%. L’attenzione politica è concentrata su Bamako dove si contendono il seggio saranno per Convergenza per la democrazia (CODEMs ) guidata dal figlio del presidente della Repubblica, Karim Keita, l’alleanza dei partiti della coalizione URD, Adema e il patriottico Movimento per il Rinnovamento (MPR). Dopo il primo turno del 24 novembre, l’arrivo ADEMA – URD come prima lista con il 45 % dei voti e condotto da Mahamadou Hawa Gassama e Hamada Soukouna affronterà lista UM- RDA – RPM che ha ottenuto il 33 % dei voti.
La battaglia, dicono i giornali locali, sarà dura anche a Segou , dove due grandi coalizioni incroceranno le spade. Da un lato, l’alleanza MIIRIA – FARE Anka Wuli, ex primo ministro Modibo Sidibé, che ha vinto al primo turno con il 33,70 % , e l’altra, il raggruppamento ADEMA – CNID – RPDM che ha ottenuto il 26.69 % e la lista comprende ex candidati per le elezioni presidenziali, Dramane Dembele (Adema) e Mountaga Me alto (CNID). La posta in gioco è alta, 7 seggi in parlamento. Nel distretto elettorale di Gao, il secondo vice presidente dell’Assemblea Nazionale, Assarid Imbarcaouane è candidato. Per la prima volta nella sua lunga carriera di parlamentare è costretto ad un secondo turno.