Nampala: sventato attacco terroristico

111

MALI- Tjikan. 11/01/15. Lunedi, 5 gennaio, la mattina presto alla base militare di Nampala un gruppo di terrorizzi ha cercato di assaltare e prendere il sito. Per fortuna i militari di istanza alla base si sono accorti dell’agguato e sono riusciti a bloccare l’assalto.

Non solo i militari sono stati in grado di fare un contrattacco contro gli assalitori, che erano venuti a prendere il controllo della base e mettere sotto scacco lo Stato del Mali. Per fortuna che le truppe erano ancora di istanza nella base altrimenti oramai anche questo sito militare sarebbe passato di mano. Di certo gli islamisti di AQIM non si arrenderanno al fatto di aver perso lo scontro contro i militari regolari a Nampala, situato al confine mauritano. Secondo le informazioni raccolte sul posto, i terroristi avrebbero nascosto le armi sotto le tuniche da pastori. Erano una quarantina. Ma hanno commesso degli errori, come condurre gli animali in senso contrario verso il pascolo. I terroristi di fronte alla potenza di fuoco delle forze governative, non hanno avuto altra scelta che scappare. Prima di fuggire si sono presi cura di far scoppiare i pneumatici di alcuni veicoli e deregolamentati alcuni attrezzi per evitare inseguimento. I militari hanno cercato di inseguirli ma quando hanno capito che i terroristi erano in numero maggiore sono rientrati alla base. Hanno chiesto e ottenuto rinforzi da altri militari nelle vicinanze.

La Mauritania è un Paese fragile e in nome del diritto di azione ha effettuato operazioni in territorio del Mali e nel suo tempo che ha condotto un’operazione congiunta con l’esercito del Mali, denominata “Benka” nella foresta classificato Ouagadou. Francia, da parte sua deve intensificare ricognizione aerea per prevenire ulteriori tali attacchi.