La Banca Islamica finanzia l’agricoltura in Mali

48

Il governo del Mali e la Banca Islamica di Sviluppo (IDB) giovedì a Bamako hanno firmato tre accordi per il settore agricolo in Mali del valore di circa 23 miliardi di franchi CFA.

Con l’obiettivo di aumentare la produttività agricola per i piccoli produttori agricoli. Il primo prestito finanzia 8,5 bilioni di CFA e contribuirà inoltre a, fornire i contadini con sementi, concimi, materie agricole e gli strumenti per raggiungere l’autosufficienza alimentare. Il secondo prestito per 4 miliardi di FCFA  finanzierà la seconda fase delle attività del Progetto Millennium Village (PVM) per i prossimi cinque anni. L’importo servirà a migliorare e consolidare i guadagni della prima fase del progetto, in particolare in materia di sanità, istruzione e infrastrutture rurali. Il terzo contratto di finanziamento che è per 10,5 miliardi FCAF è anche quello di consolidare i risultati della prima fase delle attività del progetto di Kita rurale di sviluppo integrato (PDRIK) nella regione di Kayes nella parte occidentale del paese. Il progetto è quello di migliorare le condizioni di vita delle popolazioni rurali in Kita e Bafoulabé attraverso il sostegno alle organizzazioni contadine, e in generale a donne, uomini, giovani, focalizzati, in termini di realizzazione di strisce rurali, attrezzature agricole, capacità di organizzazione e aumento della produzione. I tre contratti di finanziamento sono stati firmati dal ministro del Mali dell’Economia e delle Finanze, Tiena Coulibaly, IDB e vice-presidente, Birama Sidibé. Il sostegno finanziario da IDB al Mali per quest’anno è stimato a circa 250 miliardi di franchi CFA.