L’OCSE in Uzbekistan per le elezioni

100

di Anna Lotti UZBEKISTAN – Tashkent 25/11/2016. Secondo quanto riporta il centro stampa che segue le elezioni del presidente dell’Uzbekistan, il capo della missione dell’Osce Odihr, incaricato del monitoraggio delle elezioni del Presidente della Repubblica dell’Uzbekistan, Johan Peter Traugott Theiler, si trova a Tashkent dal 1 novembre.
Il 28 Ottobre scorso La commissione Elettorale centrale della Repubblica dell’Uzbekistan ha accreditato i 17 membri del gruppo centrale della missione, provenienti da 13 Stati partecipanti Osce, inclusa l’Italia, riporta un comunicato stampa dell’ambasciata uzbeka in Italia. Il gruppo centrale è costituito da due divisioni: una divisione operativa e l’altra analitica, e gestisce lo svolgimento del lavoro dell’intera missione dalla raccolta, dall’organizzazione, alla compilazione dell’analisi definitiva di tutte le informazioni relative alle elezioni; coordina poi la comunicazione regolare tra la missione e l’Odihr Osce e fornisce tutto il supporto necessario dalla sede dell’Odihr a Varsavia.

Il capo della missione Peter Traugott Johann Theiler è un diplomatico svedese, sul campo da 40 anni con missioni in Siria, Pakistan, Afghanistan, Sud Africa, Iran. Il suo compito è quello di monitorare il lavoro della missione dalla creazione e dal mantenimento di contatti con le autorità governative, le autorità elettorali, gli altri partecipanti del processo elettorale ai rapporti intermedi, preliminari e definitivi. Va notato, che la missione per l’osservazione elettorale dell’Odihr Osce in aggiunta al gruppo centrale include i 28 osservatori di lungo termine e i 250 osservatori di breve termine. Gli osservatori di lungo termine, dal loro arrivo, il 5 novembre, sono incaricati di seguire le varie fasi del processo elettorale nelle regioni, e di comunicare ai membri della missione tutte le informazioni sulla situazione attuale del paese. Il lavoro degli osservatori di lungo termine permette all’Odihr di compilare un rapporto completo sul processo elettorale, tenendo conto dei risultati del monitoraggio nelle regioni.

Gli osservatori di breve termine osservano le elezioni nelle zone loro assegnate. Il dispiegamento di un numero sufficiente di osservatori di breve termine permette all’Odihr di coprire un territorio statisticamente rappresentativo dei seggi elettorali in tutto il Paese. Gli osservatori di breve termine saranno in Uzbekistan nel periodo dal 2 al 6 dicembre 2016.

È la prima volta che la commissione Elettorale centrale invita una missione su larga scala per l’osservazione delle elezioni in Uzbekistan per garantire che questo importante evento politico avvenga in modo aperto e trasparente in conformità con gli standard elettorali internazionali.