Occupazione giovanile, la legge bocciata dai giovani

44

PERU’- Lima. 23/12/14. La Polizia Nazionale del Perù applicherà la sicurezza senza armi, grazie a un’unità di cavalleria o all’unità cinofila, fonte ministro degli Interni, Daniel Urresti. Le vie del centro di Lima saranno pattugliate da circa 500 poliziotti femminili che indossano guanti bianchi, una protesta civile che non potrà essere repressa. Si tratta della sicurezza predisposta per la manifestazione di oggi contro l’approvazione della legge sull’occupazione giovanile che non è piaciuta ai peruviani. 

Il pattugliamento senza armi sarà valido solo per una notte, la scorsa, come segno di impegno per la salvaguardia e la sicurezza dei cittadini, senza utilizzare la forza nei confronti del manifestanti come invece successoo nei giorni scorsi mentre si teneva una marcia in alcuni quartieri della città.

La manifestazione è stata organizzata da gruppi di cittadini giovani, che esprimono le loro idee opposte la nuova legge per l’occupazione giovanile. La scorsa settimana le proteste hanno portato alla violenza. I manifestanti sono «maturi abbastanza per organizzare una manifestazione pacifica» ha detto il ministro dell’Interno. Con ordinanza del presidente della nazione, Ollanta Humala, sono state adottate misure straordinarie. I manifestanti non hanno bisogno di un permesso prima di manifestare per le strade di questo pomeriggio. Tuttavia, ci sono alcune prescrizioni da osservare imposte dal governo: non sarà permesso ai partecipanti di portare zaini, indossare cappucci e sciarpe, che potrebbero essere utilizzati per coprire i loro volti. Non sarà permesso né a portare armi da corpo contundente o bottiglie di vetro.