Lima: l’industrializzazione guidata dalla classe media

63

PERU’ – Lima. 07/12/13. La crescente classe media del Perù e la creazione di nuove imprese contribuiranno a promuovere lo sviluppo dell’industrializzazione del paese.

Questo è quanto sostiene Francisco Grippa, vice ministro dell’industria e delle piccole e medie imprese. Lo ha detto durante la15a sessione della Conferenza generale dell’Organizzazione per lo Sviluppo Industriale delle Nazioni Unite (UNIDO). Grippa ha sottolineato che i cittadini appartenenti a questo segmento sono desiderosi di avviare una propria attività, generare più occupazione e investimenti. «Inoltre, aumenta la domanda interna nel settore dei prodotti e dei servizi». La classe media peruviana rappresenta attualmente il 70,1 per cento della popolazione, mentre le classi povere e ricche, rispettivamente, rappresentano il 27,8 per cento e il 2,1 per cento della popolazione. L’alto funzionario del Ministero delle Attività Produttive del paese ha dichiarato che il governo sta sostenendo gli imprenditori, in particolare i giovani, con l’obiettivo di rafforzare la diversificazione dell’economia e lo sviluppo di prodotti a valore aggiunto. Il governo di Ollanta Humala ha intrapreso una serie di iniziative per migliorare la produzione del paese e la crescita di affari delle micro e piccole imprese. Allo stesso modo, ha osservato il governo a promuovere la creazione di centri di trasferimento tecnologico, che sarà uno strumento fondamentale del piano di sviluppo industriale nazionale.