Chiuso il valico di Ras Gdair

58

TUNISIA – Tunisi 14/12/2014. La Tunisia ha chiuso il suo più grande valico di confine con la Libia, Ras Gdair il 14 dicembre, in seguito a pesanti scontri tra le forze di Haftar e i suoi avversari di Alba della Libia.

Prima degli scontri di oggi, le forze di Haftar avevano dichiarato il controllo del territorio che si estende da Boukmash, 100 km a ovest della capitale libica, fino al valico di frontiera di Ras Gdair.

La al-Waha Oil Company che gestisce il porto di Es Sider ha bloccato i lavori per motivi di sicurezza. Già in precedenza, Es Sider, porto orientale per l’esportazione di petrolio aveva smesso di funzionare a causa di scontri nelle vicinanze, e il 14 è stato nuovamente chiuso. Al contrario, Ras Lanuf, porto a est di Es Sider, sta ancora lavorando.

Il 13 dicembre, attacchi aerei da parte delle forze fedeli al governo riconosciuto della Libia hanno colpito obiettivi nei proprio nei pressi dei porti petroliferi orientali di Ras Lanuf e Es-Sider nel tentativo di bloccare forze rivali. I lavoratori sono stati evacuati in fretta dal porto di Es Sider, il più grande terminale di esportazione del Paese, con una capacità di oltre 400mila barili al giorno.