L’Italia addestra i thwar libici

25

LIBIA – Tripoli 31/10/2013. Nella conferenza stampa svoltasi il 30 ottobre, il primo ministro libico Ali Zeidan ha annunciato che l’addestramento dei membri dell’esercito libico in Italia inizierà molto presto.

Zeidan ha detto che la maggior parte sarà composto da membri delle milizie anti Gheddafi che si definiscono thwar, un termine che significa “rivoluzionari”; in arabo classico la parola è thuwar o ثوار , che può essere tradotto anche come ribelli, e deriva da una radice che significa “agitare” o in caso di sostantivo “rivoluzione”. 

I thuwar, che verranno in Italia hanno già ricevuto una formazione di base a Tripoli. Il primo ministro libico ha poi detto che la formazione in Italia potrebbe iniziare in una o due settimane, ma non ha dato alcuna indicazione del numero di thuwar da inviare in Italia, né la durata del loro soggiorno. Già a settembre 2013, Zeidan aveva annunciato che altri 1.600 militari dovevano essere inviati entro un mese all’estero per la formazione in Turchia, Italia e Regno Unito che sei andavano ad unire agli 8.000 addestrati dagli Stati Uniti, nelle basi in Bulgaria. Il Regno Unito aveva già accettato di addestrare 2.000 militari libici in Gran Bretagna come parte del pacchetto di formazione più ampia prevista per 8.000 militari concordati con alcuni Paesi Nato a margine del vertice del G8 all’inizio di questa estate.