La Libia guarda alle rinnovabili

34

LIBIA – Tripoli. Secondo una recente ricerca la Libia potrebbe generare circa cinque volte la quantità di energia da fonte solare che produce attualmente in petrolio greggio. 

Uno studio condotto dalla Scuola universitaria di Architettura, Design e l’ambiente di Tripoli sostiene che la nazione ricca di petrolio, potrebbe generare energia sufficiente attraverso lerinnovabili per soddisfare il proprio fabbisogno e una “parte significativa della domanda mondiale di energia elettrica da esportare”.

La Libia, infatti, secondo tale ricerca, afferma che si trova sulla linea orbita cancro ed è esposta ai raggi solari per tutto l’anno con lunghe ore durante il giorno. Ha un tasso medio di radiazione solare giornaliera di circa 7,1 chilowattora per metro quadrato al giorno (kWh / m² / giorno) su una superficie piana sulla costa e 8.1kWh / m² / giorno nella regione sud. In confronto, tasso medio del Regno Unito radiazione solare è meno della metà di tale importo a circa 2.95kWh / m² / giorno.

 

Se il paese del Nord Africa – che è stimato in 88 per cento del deserto – usato 0,1% della sua massa per sfruttare l’energia solare, potrebbe produrre l’equivalente di quasi sette milioni di barili di greggio al giorno di energia, lo studio ha rilevato. Attualmente, la Libia produce circa 1,41 milioni di barili di greggio al giorno.