LIBIA. Si stringe la morsa di Haftar su Sirte

127

Nella notte tra sabato e domenica vi sono stati rinnovati attacchi aerei del LNA sulle posizioni del GNA durante i quali è stato danneggiato un deposito di munizioni causando esplosioni successive. Il terrorista Hossam al Najar, uno dei fondatori di Jabhat al Nusra è di ritorno in Libia per combattere con le milizie di Serraj contro il LNA. Secondo il portavoce del LNA Al Mismari le forze di Juwaili hanno violato le norme internazionali bombardando Asbiah, e le forze del GNA hanno bombardato siti civili a Tarhuna, Suq al Khamis e Asbiah. Successivamente il LNA ha bombardato le posizioni delle milizie a est di Tajoura. Secondo il ministro del GNA Bashagah, il bilancio delle perdite delle forze del GNA è di 300 morti e 2mila feriti.

Il settore ovest di Tripoli è rimasto poco interessato da scontri nel corso della giornata del 28 aprile. Account social locali hanno indicato che il bilancio è di 13 morti e 32 feriti, in aumento del bombardamento del LNA contro campo Al Qaqaa avvenuto il 27 aprile. La Milizia di Abu Salim ha condannato il bombardamento del campo Qaqaa sulla strada per Swani. 

Per quanto riguarda il settore centrale della città, il Battaglione Tariq bin Ziad guidato da Omar Al Marajiyah ha accerchiato le milizie di Gneiwa nella zona della riserva. È interessante sapere che il GNA continua a perdere pezzi con una dichiarazione ufficiale del Direttorato centrale della sicurezza di Suq al Khamis, Suq al Satab, Asbiah, Sidi al Sayeh e Qasr bin Ghashir, che hanno confermato il rigetto del GNA e la propria subordinazione al  ministero degli Interni del governo ad interim. 

Sono state postate le foto dei risultati del nuovo bombardamento domenicale degli aerei del GNA provenienti da Misurata che hanno colpito la zona di Qasr bin Ghashir. Sono stati effettuati bombardamenti indiscriminati di aerei e artiglieria delle milizie su Tarhuna, Qasr bin Ghashir, Al Khaykhi, la zona agricola e l’aeroporto internazionale. Inoltre, le Milizie di Juwaili hanno bombardato con razzi l’ospedale di Asbiah. Sono stati poi segnalati attacchi aerei del LNA contro raduni delle milizie nella zona del progetto agricolo Al Hadba lungo la strada per l’aeroporto a Salaheddine. 

Il LNA ha respinto il tentativo delle milizie di avanzare sull’aeroporto internazionale e Tawishah distruggendo 13 mezzi. Il 53°, il 107° e il 111° Reggimento del LNA hanno ripreso la zona di Tawishah. Elicotteri Mi-35 del LNA hanno colpito le posizioni e i mezzi delle milizie a Camp Takbali nella notte tra domenica e lunedì. Sono stati segnalati quattro attacchi aerei del LNA nella zona del settore centrale. Gli attacchi aerei del LNA sono stati anche contro le forze del GNA a Khallat al Furjan.

Aerei di Misurata bombardano la città di Tarhuna. Account social hanno indicato che elementi della 32° Brigata rafforzata dalla 9° Brigata hanno combattuto contro le milizie nelle zone di Tarhuna. L’artiglieria del LNA ha colpito le milizie di Juwaili negli hangar a ovest dell’impianto elettrico di Azizya.

È stato postato un video di mezzi del LNA che muovono presumibilmente verso Sirte per aprire nuovo fronte e capitalizzare la presenza ridotta di truppe nell’area. Si apprende che la Brigata speciale di Shakluf del LNA è a sud di Sirte, una Brigata è nelle valli di Bani Walid e un Battaglione di Kufra (Subul al Salam) si dirige anch’esso verso Sirte.

Redazione