Riconciliazione nazionale in Libia

47

LIBIA – Tripoli 26/08/2013. Il Primo ministro libico ha annunciato, il 25 agosto, l’avvio di un processo di riconciliazione nazionale.

L’iniziativa politica di riconciliazione nazionale dovrà affrontare, afferma Zeidan, tutte le questioni per costruzione dello stato attualmente in essere. Zeidan ha annunciato l’avvio del processo durante una conferenza stampa congiunta con il Rappresentante del Segretario Generale delle Nazioni Unite in Libia, Tarek Mitri e l’ex primo vice-presidente del Congresso Nazionale, Joomaa Atikka. Il primo ministro ha detto che il Governo ha deciso di istituire un responsabile della preparazione del dialogo nazionale per affrontare tutte le questioni più importanti che riguardano la vita politica, economica e sociale della Libia. Questa iniziativa è stata presa in accordo con tutte le componenti della società civile ed è stata discussa con il Congresso generale nazionale per superare tutti quei problemi che bloccano il processo di costruzione dello Stato e la realizzazione di una vera riconciliazione nazionale, ha detto il primo ministro, aggiungendo che un simile approccio ha anche lo scopo di trovare soluzioni ai problemi che hanno causato «morte di parecchi figli della nazione libica». Zeidan ha assicurato che il governo si occuperà del supporto amministrativo e logistico necessario perché il dialogo abbia successo, senza esserne parte predominante in tema di programma o idee, sottolineando che lo stesso popolo libico interessato al dialogo ne traccerà i contorni e preparerà i termini di riferimento per una vera riconciliazione nazionale.