LIBIA. Per i social media libici l’Italia è un invasore

104

Dopo il via del parlamento italiano alla missione il Libia, via social si sono acuite le critiche e le minacce di quella parte della Libia che riconosce come autorità il Parlamento di Tobruk e il Comandante delle forze Armate Khalifa Haftar.

In rete è stato postato il video della dichiarazione della HOR nella quale definisce la missione italiana una violazione della sovranità libica. La Camera dei Rappresentanti ha inoltre invitato le Nazioni Unite a prendere una posizione rispetto alla violazione di sovranità della Libia e obbligare l’Italia a rispettare i trattati e le convenzioni internazionali.

Mentre il Consiglio dei Viceministri libico addirittura si esprime avvertendo l’Italia di «non provare a esportare la crisi dell’immigrazione clandestina dal suo territorio a quello libico».

Il Comandante in capo delle forze militari Khalifa Haftar nel frattempo ordina alle basi navali libiche di provvedere a qualsiasi nave entri nelle acque territoriali libiche senza il permesso dell’esercito. Il LNA precisa che queste navi saranno considerate “Forze Ostili”. Intanto Nave Borsini ha attraccata al porto diTripoli (nella foto) 

Secondo alcuni account locali libici, l’Italia è molto più debole di quanto credano alcuni politici libici e che se non è capace di contenere la migrazione all’interno dei propri confini non la controllerà neanche in Libia. Inoltre ricordano che non c’è nessuna risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU che consente all’Italia o all’Europa di operare nelle acque libiche e che Gentiloni e la Mogherini si beffano dei libici.

Per altri account invece l’entrata a Tripoli delle navi con il pretesto di assistere la Guardia Costiera potrebbe essere percepito come una “dichiarazione di guerra” e che quindi farebbe perdere di slancio al piano di conquista del comandante Haftar. Al contrario, altri vedono l’intervento Italo-Europeo in Libia come un’occasione d’oro per il LNA per rivendicare un controllo effettivo su uno stato che fa i conti con il fallimento della politica.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it