Tripoli: i docenti contro le milizie

49

LIBIA – Tripoli. 12/0315. Ieri i professori della facoltà di Giurisprudenza dell’università di Tripoli hanno pacificamente protestato fuoridell’ateneo chiedendo maggiori garanzie e sicurezza per studenti e docenti all’interno delle mura universitarie.

A quanto si apprende dall’agenzia di stampa LANA la milizia dell’Alba della Libia hanno sequestrato un professore della facoltà di giurisprudenza. Le milizie, della cosiddetta “alba della Libia” sorvegliano l’Università di Tripoli hanno picchiato e insultato membri della facoltà di Giurisprudenza ed espulso persone dal campus. Sabato scorso il professor “Abu Bakr al-Ansari,” è stato sequestrato e espulso dalla Facoltà gesto severamente condannato dagli studenti della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università e dagli altri docenti che hanno deciso di sospendere le lezioni da partire da lunedì e hanno inscenato una protesta davanti l’Ufficio del Presidente con uno slogan che recitava: College of Law senza legge. Hanno chiesto di implementare la sorveglianza e la sicurezza per fermare l’abuso di campus costantemente da parte di alcuni membri della milizia. A quanto si apprende dall’agenzia di stampa di Tripoli le milizie aggredirebbero studenti e professori nei corridoi della facoltà e compierebbero molestie contro le donne, studentesse e docenti.