LIBIA. La sicurezza continua a mancare

104

Questione libica al centro dei colloqui tra il ministro degli Esteri francese e russo, Jean Ives le Drian e Sergey Lavrov, a Mosca. L’incontro tra i due ha avuto al centro oltre la Libia anche le sanzioni contro Mosca e altre questioni relative ai rapporti bilaterali tra Mosca e Parigi. Sarebbe stata proposta, si apprende da fonti tradizionali anche la creazione di un gruppo antiterrorismo franco-russo. Entrando nella politica locale libica, attraverso una serie di post viene segnalato un “gioco” sulla falsa crisi del comitato per il carburante il gas libico con cui viene denunciato un caso di corruzione e appropriazione di fondi libici, sottratti al popolo, recita un post.

Prosegue l’intervento egiziano nel paese, come si legge in un post proveniente da Sirte, ma le SDB hanno pubblicato la lettera spedita al Segretario generale delle Nazioni Unite per chiedere la fine dell’intervento emiratino e egiziano in Libia che sta compromettendo la situazione politica e militare, il testo in inglese e in arabo ha fatto il giro della rete in poco tempo. Nel frattempo, altra parte della rete social media libica segnala che in Egitto è iniziato presso la corte penale del Cairo il processo contro la cellula libica di Daesh e che Fayez al Sarraj ha insignito del comando della zona militare occidentale e della regione militare centrale, rispettivamente  Al Juwaili e Al Haddad.

Andando nei diversi teatri, la sicurezza è un tema che possiamo definire generale: a Sabratha, la Brigata Anas al Dabbashi chiede che il governo attivi i servizi di sicurezza in città per il bene della popolazione ed inoltre il Generale di Brigata  Hussein al-Thawadi ha chiesto per la stessa ragione perché sono stati avvistati diversi movimenti di Daesh in città.

A Tripoli è entrata  la Brigata al Majhoub di Misurata che ha preso posizione nella zona dell’ufficio del primo ministro. In città è stata creata l’Assemblea rappresentativa costituita dai membri del Consiglio locale e del Consiglio di Stato per la zona della grande municipalità. Per garantire la sicurezza, il ministero degli Interni ha stabilito per ogni distretto le milizie addetta alla sicurezza. Sicurezza non c’è, ci avvisa un post infatti che le milizie di Misurata del 301° Battaglione hanno assaltato gli impiegati della Dawa Society arrestando alcuni di loro a seguito di un sit-in dello staff che chiedeva proprio l’allontanamento delle milizie.

E sempre le milizie di Misurata hanno firmato l’accordo con i Tawerga. Misurata pone le condizioni per il ritorno dei Tawerga nella loro città: tre miliardi di compensazione pagati a Misurata, l’impossibilità di fare processi contro Misurata per quanto accaduto dopo agosto 2011, gate di controllo sulla città delle milizie di Misurata e nessuna persona può entrare a Tawerga senza approvazione delle milizie di Misurata.

Il Consiglio Presidenziale ha approvato l’accordo. A Sidra, nell’area dei pozzi petroliferi, un sudanese, probabile mujahid di ISIS si è fatto esplodere la notte scorsa in una macchina dopo essere stato fermato dal LNA vicino al terminale petrolifero di Sidra.  Il veicolo era carico di proiettili da 155mm, si trattava di un attentato SVBIED, fallito perché l’auto non è esplosa ma è esplosa solo la cintura esplosiva dell’attentatore.

Dopo attentato fallito di ieri, nella zona di Sidra, aerei del LNA si sono alzati in volo per ricognizione fino a Sirte per scoprire eventuali movimenti di Daesh, che sembra avere ancora una sua presenza in grado di pianificare operazioni nell’area. Il Sidra Airfield ha ricevuto i primi aerei civili in 3 anni: speranza di tornare ad una vita “normale”. A Bengasi, il LNA è avanzato tra il porto e la zona della cattedrale cattolica e a Al Sabri dove è collassato il sistema difensivo dei terroristi.

A Sirte, come detto all’inizio, il vice comandante della sala operativa, El Hadi, ha riferito che le forze egiziane stanno continuando a mettere in sicurezza Sirte e i suoi dintorni.

Redazione

DAESH MATRIX è il secondo volume dedicato al fenomeno dello Stato Islamico. 

È possibile acquistare il libro su Tabook.it