Chiude l’aeroporto di Kufra

218

LIBIA – Kufra. 11/04/15. L’Aeroporto Kufra è stato chiuso a causa della mancanza di sicurezza, nonché dalla carenza di carburante e delle forniture. A riferirlo alla testa Lybia Herald il personale dell’aeroporto. «La chiusura» insistono le autorità «è solo temporanea».

L’aeroporto è stato occupato dalle forze pro-governative la scorsa estate ed è stato attaccato questa settimana, secondo il governo da ubriachi. Due giorni fa, una stazione radio filo-governativa nella città è stata assalita e oscurata da aggressori non identificati.
Prima del crollo nazionale della sicurezza la scorsa estate, l’aeroporto era in fase di restauro da parte di appaltatori turchi e sudcoreani. Lavori bloccati dall’attacco delle milizie e dall’evacuazione dei cittadini stranieri.
Non è chiaro se la chiusura dell’aeroporto influenzerà l’arrivo o meno di medici coreani che l’agenzia di stampa LANA aveva preannunciato. A quanto pare il governo libico aveva assunto per quattro turni l’anno medici per lavorare nell’ospedale della città. Il primo turno di medici doveva arrivare questa settimana nel numero di 20 persone. Gli specialisti coreani, supportate da un team infermieristico del Bangladesh sono chirurghi e ginecologi. Altri professionisti medici stranieri sono fuggiti dopo l’occupazione della Libia e la crescente violenza a Kufra.