Tregua fra Tabu e Tuareg

10

LIBIA – Sabha 25/07/2015. Dopo più di un anno di caos, causato dal conflitto nel sud della Libia, fra le tribù Tabù e Tuareg, iniziato il 17 settembre 2014, il 25 luglio le due tribù hanno firmato un accordo per un cessate il fuoco nella città meridionale libica di Sabha.

L’accordo tra le tribù, che coinvolge quelle che vivono nella zona di Toubou Ataiwrac Taiora e Sabha, è partito dalle vicinanze religiose, etiche e di costumi, riporta il sito d’informazione islamist-movements.com. L’accordo prevede la cessazione immediata dei combattimenti e degli scontri tra le due tribù basandosi sugli scritti coranici che vietano i combattimenti tra musulmani, e il ritorno di tutte le famiglie sfollate nella zona di Taiora, a partire dal 26 luglio, la liberazione di tutti i prigionieri detenuti dalle due parti. L’accordo prevede che, in caso di violazione, tutte i patrocinatori dell’accordo debbano assumersi la responsabilità legale, morale e religiosa della violazione, impegnandosi a proseguire gli sforzi per la riconciliazione definitiva. Secondo Mohammed Moussa, membro del Consiglio dei Tuareg in Libia: «Il cessate il fuoco è effettivamente iniziato immediatamente dopo la firma dell’accordo, e durerà per un mese, periodo che può essere esteso a seconda delle richieste del Consiglio per la Riconciliazione della Libia, che ha sponsorizzato l’accordo». Moussa poi prosegue: «Ho assistito allo scoppio della guerra tra i Tuareg e Toubou Qubltanell’estremo sud, alla fine dell’anno scorso, in particolare il 17 settembre 2015, nel deserto conosciuto come Fezzan, che ha provocato centinaia di morti e feriti». I Tuareg sono una dei più grandi gruppi di nomadi nel deserto del Sahara, e tra di loro, le tribù berbere. La distribuzione dei tuareg spazia nella vaste aree tra il Maghreb ed i paesi africani, riporta il sito, e varia a seconda della loro presenza statistica rilevata in questi paesi; sono più concentrati in Niger e Mali, e rimane una loro presenza in Ciad e delle minoranza in Niger. Non ci sono statistiche precise sul numero di Tuareg, ma le cifre ufficiali indicano un numero di circa 3,5 milioni di persone; l’85 per cento dei quali in Mali e Niger, mentre il 15 per cento distribuito in Nord Africa, in particolare in Algeria e Libia. Le “aree Tuareg” sono situate in quattro aree principali che si estendono dal sud della Libia: la regione del Fezzan, Libia, la zona di Aehghar, Algeria, la regione di Azawad, Mali, la zona Ayer, Niger. I Tabu comprendono un gruppo di tribù che abitano a sud della Libia, nel nord del Niger e del Ciad settentrionale; per alcuni storici deriverebbero storicamente dalle tribù degli Altmho, per altri dagli Jerment, tribù libiche che vivevano nel sud della Libia, nella città di Germa, nel sud della Libia vicino alla città di Ubari, mentre altri dicono che le origini dei Tabu riconducono alle antiche tribù libiche chiamate Altibus, nel nord della Libia, tra Giarabub e Ajdabiya. Non ci sono statistiche precise sul numero dei Tabu, ma secondo le stime ufficiali si parla di circa 350mila persone, musulmani sunniti. Quello tra questi due tribù, è stato il maggiore conflitto tra kabile nel caos libico postrivoluzionario; la lotta tra di loro nasce per il controllo dei confini e dei varchi e corridoi di confine tra i paesi africani, fonte di introiti per milioni di dollari. L’evoluzione del conflitto tribale avrebbe un posto nell’equazione politica in Libia, poiché la regione meridionale non rientra finora nelle decisioni politiche nel paese.