Nasce il nuovo esercito libico

93

LIBIA – Tripoli 24/09/2013. Il primo ministro libico prevede la costruzione di un esercito libico professionale e moderno.

Il primo ministro libico Ali Zeidan ha chiesto maggiori sforzi per costruire un esercito moderno e professionale riprovavano i media libici il 22 settembre. Il capo del governo libico ha parlato alla cerimonia di chiusura del primo corso di 1.400 volontari ed ex ribelli che si sono arruolati nell’esercito. «La messa in servizio di questo gruppo è un ottimo inizio per la ricostruzione dell’esercito libico», ha detto il primo ministro, aggiungendo che l’esercito, nato agli albori dell’indipendenza del paese, ha partecipato alla preparazione e alla dichiarazione di  sovranità nazionale della Libia. Ha detto che dopo la rivoluzione del 17 febbraio, il governo ha lanciato l’operazione di ricostruirlo, integrando anche gli ex ribelli nelle istituzioni statali. La cerimonia è stata caratterizzata dalla presenza, oltre al primo ministro, di altri importanti funzionari di stato, di ambasciatori e addetti militari accreditati in Libia. Inoltre la Libia invierà 1.600 militari all’estero per addestramento. Questa prima aliquota sarà seguita da una seconda dello stesso numero dopo tre mesi, e poi una terza. «La formazione sarà condotta in Turchia, Italia e Gran Bretagna, mentre gli Stati Uniti parteciperanno alla formazione del secondo gruppo» ha detto Zeidan assieme al Vice Ministro dell’Interno , Sadik al- Karim e il ministro della Giustizia, Salah al – Mighrini. Il primo ministro ha detto di aver inviato una lettera al ministro della Difesa chiedendogli di rafforzare l’esercito con i giovani che hanno combattuto contro l’ex regime durante la rivolta popolare del 17 febbraio. Ha anche chiesto il rafforzamento dell’esercito con gli oltre 200 leader che hanno guidato la rivoluzione, dando loro gradi militari e integrandoli nell’esercito e nella polizia.