Bengasi a rischio epidemia

6

LIBIA – Bengasi 04/08/2015. La città di Bengasi rischia di vedersi colpita da una epidemia provocata da prodotti alimentari importati e da diversi mesi bloccati nel porto commerciale della città.

Accanto agli scontri tra le diverse milizie presenti in città, la città, che ospita oltre un milione di sfollati, si sta preparando come è possibile ad affrontare l’espandersi di epidemie provocate da carni, verdure, latticini, immagazzinati nei depositi portuali chiusi a causa degli scontri tra bande rivali dal novembre 2014. Questi prodotti non sono stati consegnati ai loro clienti a causa dell’interruzione del lavoro dei dipendenti portuali, a causa delle interruzioni di energia elettrica e degli scontri sempre più frequenti. Come è naturale che sia, i prodotti ora sono marciti e, al di là del puzzo che invade la città, come testimoniano numerosi tweet, sono un rischio per la salute pubblica. 

Secondo Awad al-Qowriri, un funzionario dei servizi sanitari della città sentito da Afrik.com, se il cibo non viene distrutto entro breve, le epidemie possono diffondersi a Bengasi, dato il numero impressionante di contenitori di polli, carne e altri alimenti deperibili presentirei magazzini, e da Bengasi arrivare in altre città della Libia. Oggi Bengasi non viene più usato come porto commerciale, le importazioni di merci passano attraverso l’Egitto o Tobruk, nella Libia orientale, mail rischio epidemia resta elevato.