LIBIA. A Tripoli è guerra di tutti contro tutti?

75

Torniamo a raccontare la guerra di Libia attraverso i social media

Un account rivoluzionario ha indicato che aerei del GNA hanno bombardato la base di Al Watiyah. Non vi è stato riscontro di danni sensibili alla struttura.

Per il resto, a Tripoli sono comparsi nelle fila delle milizie della città i missili anti aerei. Le milizie di Misurata e le SDB hanno iniziato a bombardare le milizie delle TPF a Tripoli. Peraltro, forse l’impreparazione delle forze di Misurata è il motivo principale di un elevato numero di morti nelle fila misuratine. Secondo quanto riferito, diverse ambulanze hanno trasportato morti e feriti delle milizie a Misurata. 

Dal canto suo, il portavoce del LNA, il generale Ahmed Al Mismari, ha indicato che è prevista a breve l’apertura di un ottavo asse nelle battaglie di Tripoli. Nel frattempo, secondo l’organizzazione mondiale della sanità vi sarebbero 147 morti a Tripoli dall’inizio delle operazioni del LNA. 

Un account locale ha riportato la Sala operativa del generale Juwaili che ha annunciato la morte di 10 membri delle sue forze in un’imboscata da parte del LNA nella zona della base della 4° Brigata, a ovest di Aziziyah. Non è chiaro ad oggi se le forze di Juwaili e di Trabelsi controllino posizioni a Aziziyah e presso la base della 4° Brigata. Successivamente, viene indicato che aerei del LNA hanno bombardato le forze di Juwaili e Trabelsi a Al Kasrat e Ras al Wafa, 25km ad ovest di Aziziyah. 

Per quanto riguarda le notizie dai settori degli scontri a Tripoli, dal settore ovest arriva la notizia non confermata della resa di un Battaglione di Janzour al LNA. Per quanto attiene al settore centrale, un account pro LNA ha postato un video da dentro un mezzo del LNA. Secondo quanto riportato, le immagini proverrebbero da dentro l’aeroporto internazionale di Tripoli, ormai solidamente in mano al LNA. 

Secondo un account locale, vi sono stati scontri a Al Hadba e vicino Al Mallahat street. Un account locale riporta che le milizie di Misurata hanno ricevuto la zona di Ain Zara dalle TPF che si ritirano completamente. Non distante, le milizie di Gneiwa nel Campo Hamza hanno bombardato con razzi la zona di Al Hadba e la zona della strada per l’aeroporto, rinnovando la propria guerra con la 7° Brigata di settembre scorso.  

Sono stati segnalati scontri nella zona del Club Diplomatico a Ain Zara con avanzamento dei ribelli e la distruzione di un mezzo del LNA. Un account locale ha riportato che l’autorità della salute a Tripoli ha indicato che un colpo di artiglieria ha colpito l’industria di plastica a Ain Zara e un altro vicino alla società Repsol nell’area di Al Hadba. Secondo quanto riferito, il LNA ha effettuato un’operazioni con successo a Ain Zara uccidendo almeno 10 miliziani. Il LNA ha preso il controllo a Ain Zara delle zone di Al Abyar e Kabiliyah. 

Per il settore est, un account locale indica che la situazione rischia di complicarsi tra la milizia di Al Bugra e le SDF con il primo che dovrebbe attaccare la prigione di Mitiga. Tornano quindi in auge gli scontri tra  la milizia Al Bugra e SDF che avevano reso la zona di Mitiga e Tajoura incandescente l’anno scorso. Questo si iscrive pienamente nello scontro tra le milizie di Tripoli e quelle di Misurata, visto che Al Bugra ha come obiettivo attaccare l’aeroporto Mitiga, così come lo ha Al Badi e le altre milizie estremiste. 

Aerei di Misurata hanno colpito un Battaglione del LNA a Tarhuna nella notte. Poco più a nord si apprende che Mukhtar al Jahawi, leader della 166° Brigata di Misurata, è stato gravemente ferito negli scontri a Wadi al Rabie. In effetti, il LNA ha colpito le posizioni della Brigata Al Samoud di Salah al Badi a Wadi al Rabie uccidendone diversi membri. Secondo un account locale, sono 17 i morti della milizia di Salah al Badi dopo scontri nella zona di Wadi al Rabie. In tutto un convoglio di 23 ambulanze cariche di morti e feriti sarebbe arrivato all’ospedale cardiologico di Tajoura dopo l’imboscata del LNA nella zona di Wadi al Rabie. 

Secondo quanto indicato, la 9° Brigata ha distrutto l’ospedale da campo delle milizie di Misurata a Wadi al Rabie colpendolo con artiglieria facendo diversi morti e feriti. Secondo quanto riferito, l’ospedale da campo era tra i mezzi. Tra i feriti di Wadi al Rabie vi sarebbe anche il terrorista Abu Zakaria del Consiglio della Shura di Bengasi. Viene indicato che la milizia di Abdulsalam Ahmed Absish del Consiglio militare di Al Khums è stata bloccata a Wadi al Rabie. 

Un account rivoluzionario ha indicato che il GNA ha bombardato una postazione del LNA a Gharyan. Un account locale ha riportato che aerei del GNA hanno colpito il campo dell’8° Brigata del LNA a Gharyan. Sono stati sentiti spari e scontri di fronte all’ospedale di Misurata a causa dell’importante numero di morti a Tripoli che stanno arrivando in città. Non è chiaro se questo poterà a maggiore odio nei confronti di Haftar o del Consiglio militare che sta mandando i propri i figli al macello.  

Nel frattempo, è stato postato un lungo reportage fotografico di Daesh dell’attacco a Fuqaha della settimana scorsa. 

Un account rivoluzionario sottolinea che una fonte medica di Bengasi ha indicato che il LNA avrebbe perso almeno 100 uomini, ma sono stati dati ordini di non emettere una lista delle perdite subite. 

Redazione