Liberati due giornalisti turchi prigionieri in Siria per l’intercessione di Teheran

51

I due giornalisti turchi dispersi in Siria ai primi di marzo, Adem Ozkose e Hamit Coskun, durante un reportage sulla rivolta che infiamma il Paese sono stati liberati il 12 maggio grazie alla mediazione iraniana.

I due giornalisti sono arrivati il giorno seguente a Istanbul accolti dal vice premier Besir Atalay. I due erano prigionieri della fazione pro Assad.La liberazione dimostra chiaramente l’influenza che l’Iran ha sulla Siria sua alleata. Iran e Siria, isolate entrambe dall’embargo imposto per il programma nucleare una e per la reazione violenta alle dimostrazioni l’altra, hanno stretto ancora di più i legami tra di loro. I due giornalisti prima di raggiungere Istanbul, sono volati a Teheran e poi da qui in Turchia.