Cessate il fuoco ad Arsal

47

LIBANO – Beirut. 27/10/14. Ieri, secondo la testata Erem news, in Libano dopo numerosi contatti voluti dall’Associazione Giovani Studenti Musulmani con le attività di Tripoli e il Mufti della città, lo sceicco Malik Alhaarely, è stato raggiunto il cessate il fuoco tra esercito e militanti libanesi.

Egli ha sottolineato che l’accordo è entrato in vigore ieri mattina alle 05.00 GMT. D’altra parte, una fonte medica ha detto che le squadre di soccorso sono entrate nelle zone dove ci sono stati gli scontri a Tripoli. Dopo il cessate il fuoco sono state evacuate decine di feriti e civili di donne, bambini e anziani. Una fonte della sicurezza libanese ha detto alla testata Anatolia che quattro soldati libanesi sono stati uccisi e altri feriti, a Tripoli, nel nord del paese, la città, che ha visto violenti scontri tra l’esercito e uomini armati due giorni fa. La fonte ha aggiunto che quattro soldati sono stati uccisi a «Bhanin». La morte porta il bilancio delle vittime da parte dell’esercito nel corso di questi scontri, a 11 e 15 sono stati feriti. Le truppe libanesi dell’esercito sono stati attaccati dal mese di settembre da parte di sconosciuti in particolare nel nord del Libano, la zona intorno alla città di Arsal, al confine orientale con la Siria.