Libano: la crisi siriana costa 7,5 miliardi

74

LIBANO – Beirut. 20/09/13. La Banca Mondiale stima che il valore complessivo delle perdite subite per l’economia libanese a seguito della crisi siriana durante gli anni 2011 – 2014 è di 7 miliardi e mezzo di dollari.

Non solo il rapporto mette in evidenza il probabile aumento del numero di rifugiati alla fine di quest’anno per un milione e trecento mila rifugiati, e prevede che il numero cresca a un milione e seicentomila profughi nel 2014, che costituisce il 37% della popolazione del Libano.
Il rapporto ha anche sottolineato il basso tasso di crescita e le grandi perdite di profitti e salari, le tasse e il consumo pro-capite e di investimento, ciò che spinge altri 170 mila libanesi di sotto della soglia di povertà che si vanno ad aggiungere a milione di persone vivono attualmente al di sotto di questa linea.