Salam: lo stallo politico frena la crescita

37

LIBANO – Beirut. 05/05/15. Il primo ministro libanese, Salam Tammam, ha detto oggi durante il Forum economico arabo a Beirut che le dispute politiche in atto all’interno del governo stanno soffocando la crescita economica. Fonte Daily Star Libano.

«Le differenze politiche che sono, purtroppo, durate fino ad oggi rallentano il processo decisionale e l’elaborazione delle politiche critiche relative a settori economici vitali», ha detto il premier al Forum economico arabo a Beirut. «Per fare un esempio – ha riferito Salam – le divergenze politiche hanno impedito di dare una svolta in materia energetica» come quella di passare dal petrolio al gas naturale per la produzione di energia. Questo cambiamento, ha sostenuto Salam diminuirebbe l’inquinamento, e minimizzare i costi sostenuti per il settore industriale Electricité du Libano. Salam anche lamentato che i contrasti politici hanno impedito l’esplorazione di riserve di gas e petrolio in acque territoriali libanesi. Nonostante le profonde fratture politiche, il governo libanese ha raggiunto un «grado accettabile di stabilità», ha detto Salam. «Questo è il risultato di un dialogo permanente tra le fazioni politiche libanesi» e la volontà comune di evitare che il Libano sia coinvolto da conflitti regionali, ha aggiunto. Salam ha anche ribadito il suo appello per l’elezione di un presidente. Alla fine del mese il Libano segnerà il suo primo anniversario del vuoto presidenziale. Il vuoto presidenziale e la mancata regolarità del funzionamento del Parlamento ha indebolito la produttività del Consiglio dei Ministri.