In aiuto dei bambini di Burj El Barajneh

56

ITALIA – Roma 16/12/2013. AGC Communication partecipa alla raccolta fondi per aiutare i bambini del campo libanese di Burj El Barajneh, nel cuore di Beirut, lanciata dall’associazione Hassadakah Lombardia.

Burj El Barajneh, che già ospitava 30mila persone in un chilometro quadrato e che, dopo la guerra civile in Siria, è rifugio per altre migliaia di rifugiati. Si tratta dello stesso campo visitato dal premier italiano, Enrico Letta il 14 dicembre. «L’Italia vi è vicina e continuerà a sostenervi a fianco dell’Onu e del Libano» aveva detto Letta, «La situazione qui è drammaticamente difficile: l’Italia è vicina all’Onu e al Libano perché solo con un impegno comune e uno sforzo economico si può gestire una situazione che è difficile per tutti, anche per i libanesi che vi stanno ospitando», aveva aggiunto rivolto direttamente ai rifugiati. 

Secondo i dati dell’Onu a Burj El Barajneh, , che significa la “Torre delle Torri”, vivono tra venti e trentamila palestinesi, la gran parte dal 1948 anno della fondazione del sito. La situazione già difficile per la mancanza spesso di servizi primari, è diventata drammatica con l’afflusso tra i cinque e i diecimila rifugiati siriani.

Info per partecipare alla raccolta fondi si trovano nel servizio pubblicato nella sezione video della home page di www.agccommunication.eu