Crisi economica, l’ottimismo viene dal Baltico

34

LITUANIA – Riga.  -Secondo i residenti lettoni, la situazione economica nella Repubblica baltica è notevolmente migliorata negli ultimi due anni e mezzo, e l’opinione pubblica vive la situazione economica come nel periodo di pre-crisi. A riferirlo l’agenzia di stampa nazionale, LETA in base a un sondaggio effettuatao dalla agenzia TNS.

Rispetto a maggio 2011, quando solo il 6 per cento ha dichiarato di avere una buona opinione sulla situazione economica della Lettonia, la cifra è aumentata fino al 24% per cento lo scorso autunno. Sebbene la maggior parte dei residenti – il 54 per cento – danno ancora un parere negativo della situazione economica della Lettonia, il dato è in netto calo, a metà 2011 a vedere nero in Lettonia era l’84% dei residenti.
Dal sondaggio svolto a fine ottobre emergono situazioni molto simili a quelle emerse dall’indagine del 2007 – quando il 25 per cento era positivo, mentre il 51 per cento vedeva nero nel futuro economico del Paese. Il record negativo invece è stato registrato nel maggio 2009, quando la percentuale dei pessimisti arrivò al 90 per cento, e solo il 3 per cento dava un parere positivo. A essere più preoccupati per la situazione economica sono i residenti disoccupati, persone che vivono nella regione Latgale e non-lettoni. Mentre i residenti lettoni con redditi più elevati vede roseo il futuro.

In ottobre per il 52 per cento degli intervistati il problema maggiore della Lettonia è la disoccupazione Per il 35 per cento il basso tenore di vita e la povertà, il 34 per cento è preoccupato per l’elevato costo della vita, la scarsa protezione sociale, comprese le pensioni. Ma solo l’1 per cento è preoccupato per la transazione dalla moneta locale all’Euro. TNS ha effettuato lil sondaggio dal 12 ottobre al 28 ottobre intervistando un totale di 1.014 iperone tra i 15 ei 74 anni.