Perù: stop alle molestie

47

PERU’-Lima. 05/03/15. Il Congresso del Perù ha approvato ieri sera a maggioranza un progetto di legge che stabilisce sanzioni e le misure di assistenza e di prevenzione per contrastare le molestie sessuali nei luoghi pubblici.

Il capo del Parlamento, Ana Maria Solorzano ha sottolineato l’adozione di questa regola e ha detto che rappresenta un messaggio di sostegno alle donne, solo pochi giorni prima delle Giornata internazionale della donna 2015. Il quadro normativo citato prevede sanzioni per atti osceni e sessuali, in particolare quelli perpetrati nei confronti delle donne. «La cosa importante è che oggi (Mercoledì) il Congresso si è pronunciato di quello che succede tutti i giorni. Questo è il messaggio del Parlamento nella lotta per porre fine alla violenza contro le donne (…)», ha dichiarato.
I legislatori hanno approvato il disegno di legge con 76 voti a favore, nessun voto contrario e due astensioni, secondo un comunicato stampa emesso dal Congresso peruviano.  La molestia sessuale per strada è un comportamento fisico o verbale di natura sessuale che coinvolge una o più persone e dirige un comportamento indesiderato nei confronti di uno o più altre persone.