L’Armenia guarda al Nagorno-Karabakh

40

La giornata della Repubblica armena è influenzata dalle elezioni presidenziali nel Nagorno-Karabakh, le quali hanno attirato le attenzioni dei media e degli osservatori nazionali ed internazionali.

Alle critiche della Turchia (per bocca del Ministro degli Esteri), la quale non aveva riconosciuto le elezioni come valide e aveva annunciato il rifiuto di qualsiasi esito elettorale, ha risposto duramente il vicepresidente del Ministero degli Esteri, Shavarsh Kocharyan. Kocharyan ha apostrofato la Turchia non avente il diritto di esprimere opinioni riguardo la regione del Nagorno-Karabakh, specialmente dopo l’operato turco nella missione militare di Cipro Nord. Nel frattempo Ashot Hovakimyan, rappresentante del Ministero degli Esteri presso la OSCE, ha delineato la posizione dell’Armenia sulle elezioni e discusso sulle continue provocazioni azere sui confini Armenia-Azerbaijan e Karabakh-Azerbaijan.