All Inclusive: volo, vitto e passaporto

10

KYRGHIZISTAN- Bishkek. 22/05/16. Passaporti falsi kirgyzi da Istanbul per gli Uiguri. La polemica è divampata dopo che 98 cittadini cinesi con passaporto kyrghizo sono stati presi in custodia cautelare, il 20 maggio, mentre cercavano di salire su un aereo che volava a Jeddah (Arabia Saudita) per eseguire il pellegrinaggio minore (die) in Arabia Saudita.

A quanto si apprende dalla Aki Press il giro dei falsari passa per Istanbul, dove i cittadini uiguri hanno comprato il loro documento kyrghizo. Le indagini, ancora in corso, hanno al momento rivelato che qualche tempo fa i proprietari di quei passaporti hanno cominciarono ad avvicinarsi alle persone con cui erano in confidenza, sostenendo che erano in grado di aiutarli ad andare in Arabia Saudita per il pellegrinaggio. Poi hanno iniziato ad offrire un vero e proprio servizio “turistico” con tanto di passaporto per il KSA, peccato che i passaporti fossero tutti dei falsi. I cittadini dunque pronti per hajj, hanno comprato i passaporti per ottenere un visto per l’Arabia Saudita. Tuttavia il pellegrinaggio non è mai avvenuto. Le autorità saudite, infatti, riscontrate le anomalie hanno arrestato i malcapitati. Al momento 4 dell’organizzatore sono stati arrestati. La Turchia ha promesso controlli più severi sui passaporti.