Sciopero del petrolio in Kuwait

203

KUWAIT – Kuwait City 20/04/2016. La produzione di petrolio giornaliera del Kuwait è sceso a 1,5 milioni di barili il 19 aprile, a causa di uno sciopero dei lavoratori del settore petrolifero kuwaitiano.

Prima dello sciopero, iniziato il 17 aprile, il Kuwait aveva prodotto circa tre milioni di barili di petrolio al giorno, riporta Anadolu. Nel corso di una conferenza stampa, Talal al-Khaled Al Sabah, portavoce per il settore petrolifero statale, ha insistito sul fatto che la produzione di petrolio greggio era tornato a livelli normali nel nord del Kuwait, grazie ad un piano di emergenza. I lavoratori del petrolio in Kuwait hanno iniziato uno sciopero a tempo indeterminato per protestare contro i tagli del governo alla luce della prolungata crisi dei prezzi del petrolio. Migliaia di lavoratori si sono riuniti nella città di Ahmadi, dove ha sede la statale Kuwait Oil Company, secondo il quotidiano Dubai News. Il governo del Kuwait, inserendo i lavoratori del settore nel pubblico impiego, vorrebbe tagliare i salari e gli incentivi, scatenando il rigetto del piano d avete dei 20mila lavoratori e lo sciopero. Il sindacato dei petrolchimici del Kuwait ha detto che il successo è stato «più alto del previsto», aggiungendo che il numero degli scioperanti era in costante aumento. LaKuwait Petroleum Corporation (Kpc) ha detto che lo sciopero potrebbe provocare fino a 48 milioni di dollari di perdite giornaliere. La Federazione del Kuwait dei lavoratori petroliferi, che ha proclamato lo sciopero, ha detto che alcuni operai continuano a lavorare «per rifornire gli impianti di produzione di elettricità e acqua».