KOSOVO. L’INTERPOL boccia l’adesione di Pristina

148

Il presidente del Kosovo ha reagito pesantemente all’esclusione del suo paese dall’Interpol, affermando che la decisione ha favorito la criminalità organizzata. Hashim Thaci ha ringraziato coloro che hanno votato a favore dell’inclusione del Kosovo all’87a Assemblea Generale dell’Interpol a Dubai, Emirati Arabi Uniti. «I perdenti sono il Kosovo e la Serbia; l’unico vincitore è la criminalità organizzata», ha detto Thaci in un’intervista radiofonica trasmessa dal telegiornale kosovaro RTK2 dopo la votazione, ripresa da Efe: «Grazie a tutti i paesi per aver votato a favore dell’adesione del Kosovo all’Interpol», ha aggiunto in una dichiarazione.

L’Interpol ha detto prima che «una richiesta di adesione del Kosovo è stata respinta dall’Assemblea generale dell’Interpol». La Serbia, il paese da cui il Kosovo si è separato unilateralmente nel 2008, ha reagito positivamente alla decisione. Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha salutato il risultato come una vittoria per la Serbia: «Sono orgoglioso della lotta del nostro paese (…) Voglio credere che questo sarà un messaggio chiaro e indiscusso all’Europa e al mondo per capire che le cose non possono essere risolte con una pressione unilaterale», ha detto Vucic in conferenza stampa. La Serbia non riconosce l’indipendenza della sua ex provincia.

È la terza volta che il Kosovo cerca di diventare membro dell’Interpol e in questa occasione è stato sostenuto da 68 paesi, respinto da 51 e altri 16 paesi si sono astenuti, un risultato lontano dalla maggioranza dei due terzi richiesta. Il Kosovo, abitato da una maggioranza etnica albanese, è stata riconosciuta dagli Stati Uniti, la maggior parte dell’Unione Europea, ma non da Russia, Cina, India o Spagna, tra le altre.

«Indipendentemente dall’esito negativo, ora più che mai è chiaro che abbiamo bisogno di un accordo finale e completo tra il Kosovo e la Serbia per assicurare il riconoscimento reciproco e l’adesione del Kosovo all’Onu, alla Nato e all’Ue», ha detto Thaci. Il Kosovo è riconosciuto da organizzazioni globali come il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale e il Comitato Olimpico Internazionale.

Maddalena Ingroia