KNOC esce da Zhambyl

95

COREA DEL SUD – Seul 06/08/2016. La sudcoreana Knoc è in trattative con il governo del Kazakistan per abbandonare un progetto estrattivo a causa dei risultati deludenti dell’esplorazione.

Stando a quanto comunicato dal sito Rigzone, la Knoc, a capo di un consorzio coreano, che detiene il 27 per cento del campo petrolifero di Zhambyl, sulla costa del Mar Caspio. Il gruppo ha investito circa 250 milioni di dollari per acquisire la quota e l’esplorazione nel 2008.
La Knoc sta attendendo l’approvazione da parte del governo del Kazakistan per finalizzare il suo ritiro. Secondo quanto compare sul suo sito web, Knoc e il consorzio coreano possiedono una quota del 27 per cento di Zhambyl, mentre il resto è di proprietà della compagnia petrolifera nazionale del Kazakistan KazMyunayGas; inoltre la Knoc detiene il 9,45 per cento nell’operazione congiunta per il giacimento di petrolio.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteMille spie USA a Rio
Articolo successivoAntrace in Siberia