Stabile il rating kirghizo per S&P

5

KIRGHIZSTAN – Bishkek 12712/2015. Standard & Poor ha assegnato un rating “B” al debito sovrano kirghizo il 11 dicembre.

S & P stima l’indebitamento esterno del Kirghizistan “vulnerabile”, considerando la stretta e instabile base di esportazione e dipendenza dell’economia sulle rimesse dalla Russia. Secondo S & P, il debito del Kirghizistan è composto principalmente da prestiti interstatali e agevolati. Il Pil pro capite in Kirghizistan è stimato a 1200 dollari nel 2015, basso rispetto agli standard internazionali; la sua crescita è molto instabile a causa della elevata dipendenza dell’economia da un settore chiave, quello aurifero, così come dall’instabilità politica. S & P ritiene che questi fattori frenino gli investimenti e riducano la domanda interna. S & P prevede un leggero rallentamento nella crescita del Pil, una media del quattro per cento tra il 2012 e il 2018 e del cinque per cento tra il 2011 e il 2014. La crescita potenziale potrebbe essere limitata dalla recessione in Russia e dalla riduzione della crescita in Kazakistan e Cina, partner commerciali chiave del Kirghizistan. Dati i progetti infrastrutturali in corso, S & P osserva che la posizione fiscale del paese resterà relativamente debole, mentre la politica monetaria perseguita dalla Banca nazionale della repubblica del Kirghizistan continuerà ad avere flessibilità limitata. Inoltre, data la dipendenza del paese dalle importazioni di cibo e carburante, la dinamica dell’inflazione dipenderà dai prezzi mondiali di tali prodotti, così come variazioni di cambio.