Silurato il direttore della Nasa russa

39

Il capo dell’agenzia spaziale russa è stato “licenziato” dal presidente Putin dopo una serie di lanci fallimentari che duravano dal 2010.

Si tratta di Vladimir Nesterov, direttore generale del Centro spaziale Khrunichev, 63 anni, ufficialmente sollevato dall’incarico da un decreto presidenziale presente già sul sito del Cremlino e entrato in vigore il 31 agosto. Nesterov aveva già presentato le sue dimissioni alla metà di agosto, prima di un incontro del governo, a causa del fallimento di un lancio avvenuto il 6 agosto, il settimo fallimento consecutivo a partire dal dicembre 2010. Il Khrunishev è il centro che progetta e produce razzi come il Proton  o il Rokot o propulsori come il Breeze e il Baikal; si tratta di un’impresa di Stato creata nel 1993 ed ha una forza lavoro di 43mila persone. 

L’incidente del 6 agosto scorso, definito da Medvedev uno spreco di rubli, ha coinvolto  un razzo Proton -M che non è riuscito a mettere in orbita due satelliti Tlc. Quelle di Nesterov,probabilmente, non saranno le uniche teste a cadere, stante le posizioni ufficiali del governo. La gestione Nesterov ha visto il fallimento di 4 su 48 lanci di Proton – M e uno su otto di Rokot tra il 2008 e il 2012.