Terza sfida Kenyatta-Odinga nel 2017

18

KENYA – Nairobi 09/08/2016. Il presidente del Kenya ha detto 9 agosto che si ricandiderà per la rielezione il prossimo anno e trasformerà la sua coalizione di piccoli partiti in un partito unico per rafforzare la sua base.

Il presidente Uhuru Kenyatta, riporta Channel News Asia, ha vinto di stretta misura le elezioni nel 2013, in quella che è considerata la più grande economia dell’Africa orientale. A quel tempo, lui e il suo vice William Ruto hanno affrontato la corte penale internazionale per le accuse di crimini contro l’umanità per le violenze dopo le elezioni del 2007, ma le accuse, sempre negate, sono stati successivamente fatte cadere nel 2015. Kenyatta e Ruto erano stati accusati al Tribunale penale internazionale di aver fomentato la violenza che ha ucciso 1.200 persone in seguito alle elezioni del 2007. Kenyatta, membro di una delle famiglie più ricche del Kenya e figlio del suo primo presidente, ha detto che avrebbe lanciato il partito Giubileo, fondendo la sua Alleanza Nazionale con il Partito Nazionale Repubblicano del Ruto e almeno altri 10 partiti della coalizione, tempo un mese. La mossa anticipa un altro potenziale faccia a faccia con il leader dell’opposizione Raila Odinga, che nuovamente dovrebbe essere lo sfidante principale com’era stato nelle tornate del 2013 e 2007. Odinga ha detto che era «non ha paura» del nuovo partito; la sua coalizione per le riforme e la democrazia è costituita da una serie di piccoli partiti politici. Le prossime elezioni presidenziali e parlamentari si terranno il 8 agosto del prossimo anno.