KENYA. Raddoppiati i contagi di COVID19: riparte il lockdown

59

Il Kenya si è unito al Sudafrica nel vietare la vendita di alcolici fino a nuovo avviso per frenare la diffusione del coronavirus dopo che i casi sono più che raddoppiati in tre settimane. Il presidente Uhuru Kenyatta ha annunciato il divieto nazionale di 30 giorni dal 27 luglio e ha ordinato la chiusura dei bar. Ha anche modificato l’orario di chiusura dei ristoranti dalle 20.00 alle 19.00 per i prossimi 30 giorni e ha esteso il coprifuoco nazionale dal tramonto all’alba di altri 30 giorni.

Queste nuove misure, riporta Scmp, seguono l’impennata di infezioni da Covid-19, passando dalle 8.067 del 6 luglio, il giorno in cui Kenyatta ha allentato alcune restrizioni di movimento imposte dal Paese per aiutare a guarire l’economia che era stata messa a terra dalla pandemia, a 17.975 casi registrasti il 27 luglio. «Le tracce del recente aumento delle infezioni indicano che la nostra socializzazione senza riguardo per il comportamento protettivo, in particolare negli ambienti che servono alcolici, sta diventando un fattore ad alto rischio (…) La mia più grande preoccupazione al momento è l’ondata aggressiva di infezioni tra i giovani kenioti che a loro volta stanno infettando i loro anziani», ha detto Kenyatta.

Il Paese ha registrato finora 285 decessi legati al coronavirus. Il presidente ha detto che il Paese è stato fortunato perché il tasso di mortalità dei casi è stato dell’1,6%, molto più basso della media globale del 3,98%.

Il Kenya si unisce ad altri Paesi africani, tra cui il Sudafrica e lo Zimbabwe, che sono stati costretti a reintrodurre misure di contenimento più severe dopo che i casi di coronavirus e i decessi sono aumentati notevolmente nelle ultime settimane. La settimana scorsa lo Zimbabwe ha nuovamente intensificato le misure restrittive, imponendo il coprifuoco notturno dopo un forte aumento dei casi.

A maggio, lo Zimbabwe aveva allentato le restrizioni al movimento che il Paese aveva imposto a marzo per frenare la diffusione del coronavirus. Lo Zimbabwe ha registrato oltre 2.700 casi dopo che sono raddoppiati in due settimane. Tuttavia, i casi sono molto meno numerosi rispetto al vicino Sudafrica, il Paese più colpito del continente con più della metà dei casi totali. In Africa si sono registrati più di 864.000 casi e oltre 18.000 decessi.

Il Sudafrica ha registrato 452.529 infezioni da coronavirus con 7.067 decessi a partire da lunedì. Il Paese ha registrato 298 decessi legati al coronavirus il 27 luglio.

Maddalena Ingrao