Tutela ambientale kazaka

58

KAKZAKHSTAN – Astana 26/01/0215. La Procura della regione kazaka di Kyzylorda ha riscosso 17 miliardi di tenge (Kzt) come pagamento di imposte dovute dalla Petro Kazakhstan Kumkol Resources per emissioni eccessive nell’ambiente.

Lo ha annunciato il procuratore generale del Kazakhstan Askhat Daulbaev il 23 gennaio, durante una cerimonia in cui ha elencato i risultati del 2014. Il procuratore della regione di Kyzylorda ha infatti condannato la Petro Kazakhstan Kumkol Resources JSC, a versare una cifra che corrisponde al 10,7 per cento del bilancio annuale della regione (167 miliardi di tende nel 2014). Ha poi aggiunto che la Procura della stessa regionesi è dimostrata il campione assoluto nella protezione degli interessi economici dello Stato visti i suoi risultati del 2014. «In generale, nel corso dell’ultimo anno, lo Stato ha esatto più di 74 miliardi di tende ai sensi del presente articolo», ha detto il procuratore generale. «È quasi il doppio rispetto all’anno precedente (38,4 miliardi di tenge nel 2013)» La PetroKazakhstan è un gruppo petrolifero e del gas integrato verticalmente di proprietà della China National Petroleum Corporation e della KazMunaiGas. La portata delle attività PetroKazakhstan comprende l’esplorazione, lo sviluppo del campo, la produzione di petrolio e gas, così come l’acquisto dei campi, la lavorazione e la vendita di petrolio greggio e di prodotti raffinati.
Le operazioni di PetroKazakhstan Group si basano su due unità di business: la PetroKazakhstan Kumkol Resources (Pkkr) per la produzione di petrolio e di prodotti petroliferi e la PetroKazakhstan Llp (Pkop) per la raffinazione del petrolio. PetroKazakhstan possiede anche una quota del 50 per cento in due joint venture operanti nel bacino petrolifero del Sud Turgai – Kazgermunai e Turgai Petroleum. Nel 2013, PetroKazakhstan Inc. (Pki) ha prodotto 5,324 milioni di tonnellate di petrolio, secondo i dati resi pubblici dalla società.